Inside > 5 elementi > Meridiani Accoppiati: Stomaco – Milza Pancreas e aspetti psicologici

Meridiani Accoppiati: Stomaco – Milza Pancreas e aspetti psicologici

Meridiani Accoppiati: Stomaco – Milza Pancreas

Dopo la coppia di Meridiani Polmone – Grosso Intestino, il ciclo circadiano entra nella coppia seguente formata da Stomaco e Milza Pancreas.

Da ricordare, a costo di sembrare ripetitivo, che come già affermato nel primo articolo riguardante i meridiani “Meridiani Energetici: un sistema da comprendere”, essendo in questo caso un meridiano Yang  il canale da cui proviene la corrente energetica (Grosso Intestino), è naturale che questa nuova coppia di meridiani venga  attraversata prima tramite il canale dello Stomaco, anch’esso Yang, e successivamente si passi al suo correlato Yin (per maggiori approfondimenti rimando all’articolo citato sopra e agli articoli citati in esso riguardanti la comunicazione energetica).

Meridiano Stomaco

Lo stomaco è un organo vuoto il quale, come sappiamo, riceve il cibo ingerito. Tramite onde peristaltiche il cibo viene rimescolato e attaccato dai succhi gastrici trasformandosi in chimo per poi proseguire il suo percorso.

Lo stomaco dunque, metaforicamente parlando, è come un magazzino dove viene depositata merce in pancali, per essere poi scomposta in pacchi più piccoli e passata a un ulteriore reparto.

In questo contesto, energeticamente parlando, l’azione del Meridiano stomaco è quella di ricevere energia dall’esterno affinché possa essere “digerita” (fatta propria) per poi distribuirla, in coordinazione con il lavoro del meridiano della Milza, alle strutture preposte ad accoglierla.

L’energia “alimentare” che qui viene prodotta, insieme all’energia “Universale” proveniente dal Meridiano Polmone andrà a costituire “l’energia vitale”.

E’ utile sottolineare un’altra attività, questa volta spiacevole, che coinvolge lo stomaco. Come sappiamo, quando non stiamo bene fisicamente, può capitare che si arrivi al vomito. Questa eventualità può accadere se abbiamo mangiato troppo, se siamo sotto attacco di virus, se aggressioni climatiche raggiungono lo stomaco o anche se intorno a noi sta accadendo qualcosa che il nostro cervello non riesce ad elaborare (mancata coordinazione vista/udito).

Energeticamente, ciò può tradursi come una mancata elaborazione dell’energia pervenuta dall’esterno o il riconoscimento di energia non gradita. Anche assistere a scene troppo cruente o ricevere cattive notizie può portare al vomito. Lo stomaco dunque si occupa di rigettare all’esterno (fuori da noi) ciò che non può essere digerito dal nostro corpo o dalla nostra psiche.

Meridiano Milza Pancreas

Milza e Pancreas sovraintendono i succhi digestivi e si occupano di mantenere, in collaborazione anche con il Meridiano dei Reni, la giusta umidità del corpo controllando l’equilibrio dei liquidi al suo interno.

Il meridiano Milza – Pancreas sostiene l’energia derivante dallo stomaco occupandosi di trasportarla ai polmoni perché possa costituirsi come detto prima l’energia vitale oltre a gestire i processi digestivi affinché il chimo possa essere successivamente assorbito dagli organi preposti.

Non bisogna dimenticare che la milza è un organo linfoide attraversato dal sangue il quale viene filtrato attraverso un processo meccanico (funzione Emocateretica). Per questo motivo l’azione del meridiano è collegata all’energia dei muscoli che sappiamo nutrirsi delle sostanze presenti nel sangue. Migliore è la qualità del sangue migliore sarà l’azione muscolare.

In definitiva, il meridiano Milza Pancreas sostiene l’attività dello Stomaco compiendo la vera elaborazione di ciò che è stato ingerito per poi distribuirlo nel sistema.

Inside-banner >>> Guarda i commenti dei lettori <<<

Aspetti psicologici dei due meridiani

La coppia di Meridiani Stomaco – Milza Pancreas, nella visione dei cinque elementi, appartiene al movimento terra.

Tale elemento è spesso graficamente inserito al centro degli altri quattro in quanto è su esso che gli altri elementi possono manifestarsi.

Dal libro Anatomia Energetica: “La terra è il centro sul quale tutte queste attività si manifestano e si svolgono. Non è però un centro passivo poiché ha rapporti con tutti gli altri elementi, li “contiene” tutti e fornisce a tutti l’energia che necessita loro per operare i processi di trasformazione e di mutamento. È la terra ad esempio che contiene le sostanze e i minerali utili a nutrire il seme affinché possa germogliare (Legno), le caratteristiche affinché esso possa ardere liberando la sua energia (Fuoco), assorbire la cenere ossia sostanze e minerali (metallo) che ne sono generati e permettere all’acqua (Acqua) di distribuirli e permetterne la maturazione. Quei brevi intervalli di transizione tra i movimenti in cui la terra fornisce tutta la sua forza di cambiamento sono la dimostrazione della sua potenza e della sua manifestazione e rappresentano la stagione della terra o quinta stagione.”

Il movimento Terra è anche quell’elemento che ci radica appunto alla “terra” e dunque ci dona il senso di appartenenza e la stabilità di pensiero.

Cosa può essere dunque che mina questa nostra serenità?

Per quanto detto fino ad ora, si può affermare che il meridiano Stomaco è colui che ci permette di inserire nel sistema un’energia che avrà bisogno di essere elaborata e resa utile per il nostro sistema.

Uno stomaco in equilibrio quindi ci stimola ad avere fame di conoscenza, di nuove esperienze spingendoci ad esplorare il mondo che ci circonda. E’ in cerca di nutrimento e ciò stimola la nostra curiosità oltre a dotarci di razionalità e capacità organizzativa.

Da quanto detto sopra si evince che lo stato d’animo che può aggredire queste capacità è “la preoccupazione” che, ovviamente, essendo un’emozione, è caratterizzata dalla Polarità Yang.

Estratto dal libro Inside: “A livello mentale si collega all’emozione della preoccupazione che, come nel caso dell’ansia, è riferibile alla mancanza di accettazione di un evento. Preoccuparsi ci rende quasi ossessivi portandoci a rielaborare in continuazione ciò che ci turba. Questo iper-lavoro sfianca l’energia mentale e fisica indebolendoci.”

E’ logico quindi dedurre che quando ci preoccupiamo, si assiste a un ristagno di pensiero che non permette il normale fluire dello stesso.

Per definire il Meridiano di Milza Pancreas ecco un altro estratto del libro Inside: “Essendo parte dell’elemento Terra, questo meridiano trasforma per restituire. Come il seme piantato nella terra viene trasformato, permettendo la nascita della pianta e quindi restituendo un frutto tangibile, il meridiano milza/pancreas modifica l’energia proveniente dal sistema digestivo per renderla pronta a svilupparsi nell’essere umano.”

Ciò che aggredisce queste capacità è l’ansia.

L’Ansia è un sentimento, inteso come stato d’animo permanente, e per questo può classificarsi come di polarità Yin.

Una persona ansiosa assiste a rallentamenti della propria digestione, agitazione e insoddisfazione. Tale situazione mostra una marcata difficoltà ad assimilare completamente gli elementi a disposizione e quindi un blocco delle attività tese alla ricerca di quei nuovi nutrimenti di cui si è parlato prima riferendoci all’elemento Terra.

Ciò influisce anche sulla memoria.

La troppa ansia non ci permette di fissare le informazioni facendocele così acquisire in maniera distratta. Il risultato sarà una difficoltà a memorizzare e quindi anche una scarsa memoria.

Concludendo, la coppia di Meridiani Stomaco – Milza Pancreas ci permette di godere appieno della vita e di ciò che la costituisce, consentendoci di avanzare nel nostro percorso e catturarne l’essenza.

“Ogni giorno mangi un po’ di vita. Assaporane il gusto e lascia che essa ti possa nutrire!”

Ti è piaciuto l’articolo. Lascia una tua opinione!

Ricorda che è possibile scaricare un contenuto gratuito estratto dai due seguenti libri:

ANATOMIA ENERGETICA – L’uomo e il Campo Energetico: Definizione di IO

INSIDE – Esplorazione del Campo Energetico attraverso Emozioni e Sentimenti: Il 1° ciclo di sviluppo del chakra delle radici

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *