Inside > 5 elementi > Meridiani Accoppiati: Cuore – Intestino Tenue e aspetti psicologici

Meridiani Accoppiati: Cuore – Intestino Tenue e aspetti psicologici

Meridiani Cuore – Intestino Tenue

Proseguendo ancora nel ciclo circadiano (circolo energetico), dopo aver visto la coppia di meridiani Polmone – Intestino Crasso e Stomaco – Milza Pancreas ecco che arriviamo alla coppia Cuore – Intestino Tenue.

Questa coppia di meridiani che a prima vista può sembrare “strana”, in realtà come vedremo nel prosieguo ha alcuni elementi in comune i quali, nell’insieme, svolgono una macro-funzione del sistema energetico dei meridiani.

La comunicazione energetica, di cui abbiamo accennato nei precedenti articoli, ci dice che, essendo Yin il meridiano precedente a questa coppia, necessariamente troveremo subito un altro meridiano Yin. Eccoci infatti al meridiano del Cuore.

Meridiano Cuore

Il cuore, come tutti sappiamo, ha il compito di far fluire il sangue per tutta la durata della nostra vita oltre ad aiutare in qualche misura lo scorrimento della circolazione linfatica. Proprio su quest’ultima sua capacità voglio soffermarmi un attimo.

La circolazione linfatica è collegata al nostro sistema immunitario ed energeticamente parlando, un cuore in difficoltà porta ad un abbassamento della risposta immunitaria. Questo perché il cuore è correlato alla ghiandola del timo, organo linfoide primario. Quando proviamo dolore, che come abbiamo visto in un precedente articolo e più specificatamente all’interno del libro INSIDE è il demone del chakra del cuore, esso ci costringe a chiuderci in noi stessi,  perdendo temporaneamente la “forza” che un sistema a massimo regime ci restituisce, esponendoci così alle energie a noi nocive.

Secondo la Medicina Orientale, nel cuore risiede lo “Shen“, ovvero lo spirito o gli spiriti che racchiudono o guidano la nostra vita fisica, psichica e spirituale. Lo Shen è un dono dell’Universo che ci viene appunto donato e che dobbiamo custodire per poter vivere una vita degna di essere chiamata tale. Esso non è modificabile da parte nostra e ci accompagna per tutta la durata della vita intesa dal concepimento alla dipartita terrena. Anche per questo si dice che, almeno per quel che riguarda la pranoterapia, il chakra del cuore non andrebbe trattato (affermazione generica che ha bisogno di ulteriori specificazioni che adesso è impossibile descrivere) e il suo nome “Anahata” significa il “non colpito” o “non toccato”.

Essere la dimora dello Shen, conferisce al cuore il ruolo di sovrano degli organi ed è per questo motivo che come vediamo anche nel sistema dei chakra, un problema al cuore inficia su tutte le altre componenti del sistema energetico e a sua volta, un problema sulle altre componenti energetiche, si riflette anche sul cuore.

Il cuore come custode dello Shen, ci porta anche ad altre importanti riflessioni.

Essendo lo Shen, o gli Shen, i direttori d’orchestra della nostra vita, essi sovraintendono logicamente anche le nostre emozioni. Ciò non è difficile a immaginarsi se pensiamo che tutte le culture associano al cuore proprio il ruolo di gestore degli stati d’animo. Tutto ciò quindi conferisce al meridiano del cuore il compito di plasmare le emozioni che nascono al nostro interno in maniera da renderle “su misura” al nostro essere. Per semplificare, possiamo dire che le emozioni devono essere contenute dall’azione del cuore affinché non diventino nocive alla nostra vita. Come sappiamo infatti, un eccesso di preoccupazione, di dolore, di tristezza, possono lederci fisicamente scatenando reazioni quali ad esempio malori. Allo stesso tempo anche un’emozione considerata positiva quale la gioia, se non controllata, può portare alle identiche reazioni. La mancanza di equilibrio E’ SEMPRE nociva!

Un’altra riflessione che si può estrapolare dal cuore come custode dello Shen, è quella che ci porta a considerare quest’organo come mezzo di comunicazione. Se energeticamente il cuore  presiede sulle nostre attività fisiche, mentali e spirituali governando anche le nostre emozioni, significa che la nostra comunicazione deve necessariamente passare da qui. Il corpo infatti comunica attraverso i gesti che sono il risultato di queste emozioni, la mente risulta più brillante o più “scura” a seconda dello stato d’animo che stiamo vivendo e così anche i nostri processi spirituali. Tutto quanto citato fino ad adesso risulta interdipendente nel nostro essere. Scopriamo quindi il perché si dica che il meridiano del cuore sia correlato alla lingua attraverso la quale possiamo valutare lo stato appunto del cuore. Il colore e la struttura di quest’ultima possono darci indicazioni utili ma anche problemi nelle sue attività, come ad esempio balbuzie o mutismo, possono tornarci utili.

Inside-banner >>> Guarda i commenti dei lettori <<<

Meridiano Intestino Tenue

L’Intestino tenue è quella parte d’intestino che si occupa di ricevere il cibo parzialmente elaborato dallo stomaco per raffinarlo ulteriormente e procedere alla separazione delle sostanze pure da quelle impure. Durante il processo, le sostanze nutrienti vengono assimilate mentre quelle scartate vengono lasciate proseguire nell’intestino crasso per la loro eliminazione.

Energeticamente, la funzione del meridiano è quindi quella di ricevere le energie e “passarle al setaccio” per poi distribuire ciò che può nutrirci e scartare ciò che invece può lederci.

E’ dunque molto intuitivo il perché questo meridiano faccia coppia con quello del Cuore in quanto la loro azione combinata permette di ricevere, elaborare, plasmare e distribuire l’energie all’interno del sistema. Nell’ambito del sistema dei meridiani si dice che le energie elaborate dall’Intestino Tenue vengono inviate direttamente al cuore per essere comprese e distribuite grazie alla sua proprietà propulsiva e, non dimentichiamolo, sovrana!

Per creare un’immagine intuitiva di quanto detto, pensiamo alla figura dell’assaggiatore di cibi che si occupava di testare (assaggiare) il cibo destinato al suo sovrano. Ecco quindi che solo il cibo “buono” arrivava sulla tavola dell’imperatore che, grazie anche allo stomaco soddisfatto, si occupava generosamente del suo popolo.

Aspetti psicologici dei due meridiani

La coppia di meridiani Cuore – Intestino Tenue appartiene al movimento fuoco.

Dal libro INSIDE: “Il Fuoco rappresenta lo Yang nella sua massima espressione, nella sua pienezza, ed è simbolo di passione, trasformazione, potenza e dinamismo. In esso si racchiude l’energia mentale che è il motore energetico più costruttivo.”

L’elemento fuoco è caratterizzato da una fortissima energia che “brucia” ardentemente. Ecco che la passione e la potenza possono dunque esprimersi violentemente. Il meridiano del cuore e dell’intestino tenue devono quindi gestire quest’enorme potenziale affinché diventi produttivo e costruttivo per la costruzione del proprio benessere psico-fisico.

Come abbiamo visto nelle righe appena citate, “in esso si racchiude l’energia mentale” ed è da qui che possiamo analizzare gli aspetti psicologici dei due meridiani.

Il cuore è legato alla gioia che conferisce nell’essere umano la capacità di aprirsi agli altri oltre che alle esperienze. Una persona gioiosa analizza la vita con occhi positivi trasformando la propria concezione del mondo, armonizzando se stessa con il tutto e sentendosi parte di esso. Chi vive di gioia può godere anche di un buon sonno che non viene disturbato dalle emozioni considerate negative che spesso ci tengono “svegli la notte”.

Dal libro INSIDE: “La gioia diffonde un senso di piacere e aiuta nella visione del futuro, connettendo l’energia della terra all’energia del cielo. Qui l’anima individuale si connette con lo spirito universale appagando il desiderio di procedere in avanti nella vita. L’abbraccio del calore del Fuoco è propellente per questo sentimento, che si identifica con il colore rosso delle fiamme e del sangue.”

L’intestino tenue, essendo di polarità Yang, è associato all’emozione esplosiva della felicità. Questa emozione ci consente di fortificare la fiducia in se stessi sostenendoci con quel carico di energia che la contraddistingue. La fiducia in se stessi a sua volta ci permette di sviluppare lucidità di pensiero attraverso il quale possiamo compiere le scelte migliori per noi (separazione puro/impuro).

Ancora un estratto dal libro INSIDE: “Per quanto questo stato psicologico infonda forza mentale per affrontare il futuro con serenità, la sua presenza non è da cercarsi nella visione del futuro ma piuttosto nella possibilità di godersi il presente. La felicità infatti è data da ciò che abbiamo in questo momento e non può mai essere ricercata nel futuro poiché ci troveremmo solo a rincorrerla perennemente senza mai assaggiarla davvero.”

In conclusione, la coppia di meridiani Cuore – Intestino tenue ci permette di trasformare l’energia in sentimento ed azione, consentendoci di scegliere la qualità della vita che vogliamo vivere e cucendocela addosso come un vestito su misura.

E’ incredibile accorgersi come tutto sia bello, quando dentro te c’è gioia!

Giovanni Amerighi

Ti è piaciuto l’articolo. Lascia una tua opinione!

Ricorda che è possibile scaricare un contenuto gratuito estratto dai due seguenti libri:

ANATOMIA ENERGETICA – L’uomo e il Campo Energetico: Definizione di IO

INSIDE – Esplorazione del Campo Energetico attraverso Emozioni e Sentimenti: Il 1° ciclo di sviluppo del chakra delle radici

Commenti

2 Commenti

  1. Diana Truglio | | Rispondi

    Dove trovare il libro ?

    • Giovanni Amerighi | | Rispondi

      Salve Sig.ra Diana, il libro si può acquistare direttamente su questo sito cliccando su “acquista” nel menu in alto di ogni pagina. In alternativa il libro è presente nelle maggiori librerie online oppure può ordinarlo alla sua libreria di fiducia previa disponibilità da parte del titolare della stessa.
      Un caro saluto
      Giovanni Amerighi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *